Uncategorized

Come mantenere in buono stato il parquet?

La bellezza di un parquet in legno in casa

Il parquet è senza ombra di dubbio una delle pavimentazioni naturali più suggestive che potremmo utilizzare per arredare la nostra casa, aggiungendo calore ed un tocco di naturalezza come nessun altro materiale.

Comunque, è risaputo anche che il legno, a differenza di altri materiali, come il gres o il cotto, è più delicato, e necessita di un’attenzione particolare. In questo articolo parleremo proprio di come possiamo fare per mantenere in buono stato nel tempo il proprio parquet.

L’importanza della pulizia

Iniziamo parlando di un aspetto fondamentale, e cioè della pulizia. E’ importantissimo eliminare dal parquet ogni traccia di sporco, evitando che sassolini o altri residui solidi vadano a scalfire il legno o che vadano a creare delle fessure.

Si rivela essenziale, per evitare di peggiorare le cose, utilizzare un’aspirapolvere con delle setole morbide, oppure di eliminare lo sporco con scopa e paletta.

Una volta che avremo effettuato la pulizia a secco, potremo lavare il parquet. Per farlo potremo utilizzare un straccio umido ma strizzato per bene. E’ risaputo infatti che il legno teme l’eccessiva umidità. Di solito basterà fare dei passaggi semplicemente con l’acqua, o magari utilizzando dei prodotti specifici per il parquet, che sono molto delicati e che non vanno ad aggredire la superficie. Utilizzare un normale detersivo potrebbe scolorire il legno e fargli perdere la sua bellezza.

Oltre alla pulizia, potremo effettuare una manutenzione ordinaria del legno attraverso il passaggio di specifici olii o cere nutritive, che devono essere distribuite con un panno di cotone asciutto. Nel far questo, prestiamo attenzione a muoverci seguendo la direzione delle venature.

Dopo un certo periodo di tempo, comunque, può rendersi necessario effettuare una manutenzione straordinaria, per far ritornare il pavimento al suo iniziale splendore. In questo caso, non improvvisiamoci restauratori, ma contattiamo una ditta specializzata per la restaurazione di parquet Roma.

Quali sono le soluzioni disponibili in questo caso?

Nel caso in cui il pavimento dovesse presentare solamente delle imperfezioni molto superficiali, potrebbe essere sufficiente una pulizia più approfondita attraverso un macchinario apposito dotato di setole morbide, da utilizzare in concomitanza con un detergente per per parquet. Successivamente viene eseguito un ulteriore trattamento ravvivante con un prodotto ad olio o a vernice, a seconda della tipologia di parquet.

Se invece le imperfezioni dovessero essere leggermente più profonde si ricorre ad un altro trattamento. Dopo una pulizia iniziale con il macchinario summenzionato, viene eseguita una lieve carteggiatura, che elimina di fatto lo strato più superficiale del parquet. Come ultimo passaggio vengono date 2 o 3 mani di vernice protettiva per legno.

Quando il pavimento è danneggiato in maniera più evidente e profonda, si eseguono ulteriori trattamenti di sgrossatura, levigatura e stuccatura. Il lavoro si ultima sempre con 3 mani di vernice per legno, di cui potremo scegliere anche la colorazione. In questo modo potremo approfittare per modificare l’aspetto estetico della pavimentazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *