Tecnologie

Quali sono i controlli di rito prima di acquistare un’auto?

I vantaggi di acquistare un’auto usata

Acquistare un’auto usata può presentare diversi vantaggi. Si può infatti entrare in possesso di un veicolo affidabile ed in buone condizioni senza spendere necessariamente una fortuna. Possiamo dire che, effettuando tutti i controlli necessari prima di acquistarla si aumentano le possibilità di concludere un buon affare.

In questo articolo parleremo dei controlli di rito da effettuare prima di passare all’acquisto dell’auto.

Visura della targa

Sapevamo che è possibile eseguire una visura automobile attraverso il numero di targa? In cosa consiste esattamente?

Semplicemente inserendo il numero di targa dall’auto che desideriamo acquistare possiamo entrare in possesso di informazioni quali il nome del proprietario del veicolo, i dati tecnici dell’auto, o eventuali gravami su di essa: fermi amministrativi, finanziamento in corso, ipoteca, perdita e possesso, radiazione, etc.

E’ chiaro quindi che la visura targa o visura automobile rimane uno dei primissimi controlli da effettuare per sincerarsi di come stanno realmente le cose.

Controllo dell’ultima revisione

Oltre alla visura targa potrebbe rivelarsi utile verificare qual è stato l’esito dell’ultima revisione del veicolo. Questo tipo di controllo, che avviene in alcune officine specializzate, verifica l’effettivo stato della carrozzeria e della parte meccanica, con un particolare occhio di riguardo alla sicurezza su strada. L’idoneità del mezzo a circolare viene stabilito grazie alla revisione.

Controllo del chilometraggio

Sul portale dell’automobilista possiamo venire a conoscenza dell’effettivo chilometraggio, per verificare che i chilometri indicati siano reali.

Accertamenti meccanici e visivi

Questo è uno dei punti più importanti da verificare. Osserviamo il motore, lo stato delle guarnizioni e della cinghia. Svitiamo il tappo dell’olio ed odoriamo, accertandoci che non si senta puzza di benzina dal serbatoio dell’olio. Osserviamo anche se in prossimità del tappo si forma una sostanza schiumosa. In questi casi, meglio evitare l’acquisto.

Un controllo su strada ci permetterà inoltre di sincerarci dello stato dei freni, della trasmissione, di constatare alcuni problemi come l’eccessiva vibrazione dello sterzo o il fatto che questo non sia ben allineato. Se non siamo degli esperti e vogliamo sentirci più sicuri, chiediamo al nostro meccanico di accompagnarci a fare questi controlli.

Controlliamo inoltre la carrozzeria, e l’eventuale presenza di graffi ed ammaccature, oppure la differenza di tono del colore della carrozzeria in alcuni punti, fatto che potrebbe indicare che l’auto ha subito un incidente. In tal caso, assicuriamoci che l’entità dell’incidente non abbia influito eccessivamente sullo stato dell’automobile.

Accertarsi del prezzo giusto

In fase di trattativa è essenziale conoscere quale sia il prezzo giusto. Avere chiaro in mente una cifra ci permetterà di non lasciarci influenzare dal venditore, che cercherà di mettere in evidenza esclusivamente i pregi del veicolo, soprassedendo sui suoi difetti, pur di ottenere un prezzo più alto. Per conoscere il prezzo giusto, esistono dei listini per le auto usate, che indicano i prezzi delle auto in base al modello, all’anno di produzione, alla quantità di optional presenti, e così via.

Ricapitolando, pertanto, quali sono i punti chiave:

  • Visura della targa
  • Controllo revisione
  • Verifica chilometri effettivi
  • Controllo meccanico e visivo
  • Verifica del prezzo

In questo modo potremo acquistare in modo consapevole ed evitare brutte sorprese!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *